Il dream team della serie A

In attesa della prossima stagione di serie A in partenza a breve e disponibile a questo sito, in attesa di Cristiano Ronaldo e di vedere tutte le emozioni vi proponiamo il miglior 11 della stagione appena finita, basato dai confronti delle medie partita per tutta la stagione. Poche squadre in campo e grande sorpresa per la Juventus, campione in carica, rappresentata con tre elementi. Completano l’undici rappresentanti del Napoli, secondo classificato, Roma, terza classificata, Inter quarta classificata e Lazio, quinta classificata. Dunque solo le 5 posizioni a formare la top 11 della stagione 2017/18. A eccezione di Ilicic a centrocampo dalla Dea bergamasca, settima. Ma vediamola insieme.

Due addii che non potranno riconfermarsi

Già, purtroppo la serie A dovrà fare a meno del suo portiere migliore, si tratta dell’ex giallorosso Alisson, miglior portiere senza alcun dubbio della stagione appena trascorsa, passato ora al Liverpool per cifre importanti. Difesa a tre con Cancelo e Skryniar, protagonisti indiscussi del quarto posto nerazzurro. Cancelo a destra e Skryniar uno dei due centrali insieme a Koulibaly, il giocatore partenopeo senza dubbio il più forte nel suo ruolo e non solo in Italia. Chiude la difesa a 4 sula sinistra  Alex Sandro , la grande rivelazione bianconera del campionato. Centrocampo di altissima qualità con al centro Jorginho a fare da regista per smistare palloni ai compagni di reparto Ilicic e Pjanic. Attacco fenomenale con un totale di 70 goal in 3 quello formato dai due capocannonieri dell’ultima stagione Ciro Immobile e Maurito Icardi con alle spalle proprio fuori dall’area di rigore un certo Paulo Dybala che di goal ne ha segnati 22 nello scorso campionato.

Come sarà la dream team 2018/19?

Non sappiamo bene chi si aggiudicherà il titolo prestigioso per far parte della top eleven del prossimo campionato, molto probabilmente però, un posto in attacco, sarà già occupato da un certo Cristiano Ronaldo!

Serie A 2018 – 2019

Manca poco meno di due settimane all’inizio del campionato di calcio serie A 2018 – 2019. Dopo l’immensa sofferenza per l’esclusione dai mondiali di Russia 2018 svolti dal 14 giugno al 15 luglio, i supporters italiani potranno finalmente riprendere a seguire il gioco più amato in patria, con grandi novità, tra cui l’eclatante arrivo di Cristiano Ronaldo in forze alla Juventus. L’attesa è stata snervante, il calciomercato ricco, ma ormai ci siamo? Anche in base alle quote di www.sitesbookmakers.com/ cosa dobbiamo aspettarci quest’anno dal campionato italiano di serie A? Vediamo, insieme, un’analisi.

Serie A 2018 – 2019 4 campionati in uno 

La prima cosa che si può pronosticare è proprio un andamento simile a quello della stagione appena trascorsa o delle stagioni appena trascorse. Difficile pensare che non sia La Juventus ad alzare nuovamente il trofeo a Maggio 2019, in una sfida a cui di diritto possono partecipare solo Napoli e Roma, come appunto, negli anni precedenti,  e sperare nell’Inter se le ultime indiscrezioni di mercato diventano realtà formando così una vera corazzata. Stesso discorso per le posizioni Champions League: le tre posizioni sembrano già prenotate per l’anno 2019 – 2020 con il podi del campionato di Juventus Napoli e Roma. Come il campionato appena trascorso gli occhi saranno puntati sull’emozionante sfida per il quarto posto, in cui molte squadre tra cui Milan, Inter, Lazio ambiscono prepotentemente in attesa di ritornare alle grandezze di un tempo. Così come semi aperta sembra la sfida per l’accesso all’Europa League dove squadre come Atalanta, Fiorentina, Torino e Sampdoria sembrano chiudere la parte alla sinistra della classifica in un campionato spezzatino non solo per gli orari del prossimo anno ma anche per le nette distinzioni qualitative tra i 20 club. L’ultimo campionato, quasi a parte, è proprio quello pee la salvezza che forse può includere le restanti 10 partecipanti al torneo se si esclude la presenza di una squadra cuscinetto che totalizzi meno di 20 punti. Insomma, speriamo di non vedere uno spettacolo già conosciuto e apriamo le porte alle mille sorprese per il nostro campionato che sta tentando di ritornare grande agli occhi del mondo.