Sito web

Prima pagina del giornale Il Resto del Carlino :

Notizie
  • Bologna, riaprono gli abbonamenti. Si punta a quota diecimila
    Bologna, 20 ottobre 2014 - L’ABBONATO ‘ZERO’ dell’era Tacopina è quello che dopo l’11 maggio, giorno dell’onta della retrocessione in B, l’aveva giurato: «Fino a quando Guaraldi sarà il presidente non farò più l’abbonamento...». Poi Guaraldi è caduto, sul pianeta Bologna sono sbarcati gli americani e una delle prime mosse di Tacopina (e dello staff di professionisti d’oltreoceano che ha portato con sé) è stato riaprire la campagna abbonamenti. «Non puoi perderti emozioni così», recita lo slogan che da ieri si legge nell’home page del sito ufficiale rossoblù, col faccione rassicurante di Tacopina che guarda verso un futuro radioso mentre sullo sfondo i tifosi della curva Bulgarelli inneggiano a lui. Oggi riaprono i punti vendita Lis-Lottomatica (in alternativa ci sono: www.lisclick.it, il call-center e il negozio Luca Elettronica in via Emilia Levante 47), partendo dal bottino delle 8.076 tessere fatto registrare l’11 settembre, quando chiuse la campagn
  • Spalle al muro i lanciatori di razzi. In arrivo una raffica di denunce
    Bologna, 20 ottobre 2014 - IL CONTO dei feriti tra le forze dell’ordine, dopo le violenze che sabato hanno fatto tremare il centro, è salito a 19. Si tratta di 6 carabinieri e 13 poliziotti (due del reparto mobile di Bologna, sette di Padova, uno della Digos e tre funzionari) che hanno riportato prognosi fino a venti giorni. Due di loro, il dirigente del commissariato Bolognina-Pontevecchio Giuseppe Capriello e un agente del reparto mobile, sono stati colpiti al petto da alcuni razzi sparati dagli antagonisti in piazza San Domenico. Il primo ha riportato un trauma contusivo allo sterno, il secondo, rinvenuto in ospedale, non ricorda niente dell’accaduto.  OSSIA, della pioggia di razzi, bombe carta e uova di vernice che li ha investiti prima in via Castiglione e poi in piazza Cavour. Episodi su cui la Digos sta indagando e che porteranno a nuove denunce, dopo l’arresto, sabato in flagranza di reato, di Matteo De Pietri, attivista 32enne, che stamane verrà processato per direttis
  • L’ultima ‘piega’ è stata fatale per Lino e Marco
    Bologna, 20 ottobre 2014 - LE LORO strade si sono incrociate per un attimo. E quell’attimo è stato fatale a entrambi. Diversi per età e per mestiere, Lino Lelli, 57 anni, di Pianoro, e Marco Graziano, 36 anni, originario di Ariano Irpino, in provincia di Avellino, ma residente a Castel Maggiore, avevano una grande passione in comune: le moto. E PROPRIO in sella alle loro due ruote, ieri mattina poco prima dell’ora di pranzo percorrevano la provinciale Futa, per ‘piegare’ qualche curva, approfittando delle ultime domeniche di bel tempo. All’altezza di Livergnano, frazione di Pianoro, intorno alle 12,30, per motivi ancora al vaglio dei carabinieri della locale stazione, intervenuti sul posto per i rilievi, si sono schiantati frontalmente. Nessuno in quel momento transitava lungo la strada: nessun testimone ha quindi potuto raccontare, esattamente, come siano andate le cose. LELLI, padre di due figli, aveva lavorato all’istituto ortopedico Rizzoli; Graziano, inv
  • La Fortitudo ritrova la vittoria: Trieste ko
    Bologna, 19 ottobre 2014 - A tre giorni dalla trasferta di Costa Volpino, la Fortitudo ritorna al Paladozza e davanti a oltre 3200 spettatori ritrova la vittoria battendo la Jadran Franco Trieste 72-62.   Il tabellino Fortitudo Eternedile Bologna: Candi, Valentini 14, Lamma 8, Grilli 8, Iannilli 13, Samoggia 9, Montano 12, Valenti, Mancin 5, Raucci 3. All. Vandoni Jadran Franco Trieste: Batich 8, Marusic 4, Gelleni, Ban 15, Ridolfi 4, De Petris 2, Franco 15, Malalan 2, Zobec, Batich 12.
  • Virtus col brivido. Si complica la vita ma ha la meglio su Capo d’Orlando
    Bologna, 19 ottobre 2014 - Al debutto in casa, la Granarolo ha vinto (FOTO) annullando cosi' la penalizzazione di 2 punti in classifica, dopo un partita che a poco meno di 8' dalla sirena aveva saldamente in mano: +22 per il 69-47: a quel punto, pero', la Virtus ha semplicemente smesso di giocare collezionando errori marchiani (la perla e' stata una stoppata solitaria sul ferro di Gilchrist) mentre l'Upea non avendo piu' nulla da perdere ha stretto i denti, collezionando un 15-0 (merito anche di uno strepitoso Freeman con 19 punti nell'ultimo quarto) per il 69-62 che ha riaperto i giochi a 3' dalla fine. Bologna e' tornata avanti con Ray ma e' stato lo scatenato Freeman a ricucire fino al -2: 71-69 a 58". Alla Virtus sono tremate le gambe ma ci ha pensato Ray, dopo errori da una parte e dall'altra, a trasformare i due liberi della tranquillita' per il 73-69 a 12" dalla sirena, poi un altro libero di White ha arrotondato il punteggio. Nella Virtus bene gli italiani, soprattutto Fontecchio (6/12), con