Giorno precedente
Giorno successivo
Prima pagina del giornale La Nazione La Spezia:
Sito web




Giornale ha chiesto di essere rimosso.



Notizie
  • Caso Corini, la sorella al telefono: "E’ morto solo perché l’ho sedato"
    La Spezia, 14 febbraio 2016 - C’è anche un “dossier” di intercettazioni telefoniche ambientali fra gli atti inanellati dalla pubblica accusa e posti a fondamento dell’imputazione choc di omicidio volontario aggravato mossa nei confronti di Marzia Corini, sorella di Marco Valerio. E’ di Marzia Corini l’utenza attenzionata in seguito ai sospetti che avevano preso corpo dopo le dichiarazioni rese ai carabinieri dal giudice Diana Brusacà: "Il 23 settembre Corini mi chiese di adoperarmi per raccogliere informazioni al fine per permettergli di sposare, rapidamente, con rito civile, la fidanzata" e del medico oncologo Mauro Morini: "L’avvocato aveva convenuto con la mia proprosta di modificare la terapia per allungare la vita di alcuni mesi, ben cosciente che il suo destino era comunque segnato". Le frasi indiziarie più importanti, che pesano come macigni, sono quelle che pronuncia nel corso di un colloquio con un’amica di lunga
  • Omicidio avvocato Corini, per la Procura il movente da cercare nell’eredità milionaria
    La Spezia, 13 febbraio 2016 - UN AMORE profondo, magari ardito per la forbice trentennale tra le due età – 52 anni lui, 22 lei – ma comunque destinato a essere ‘certificato’ con il sigillo del matrimonio. Una prospettiva fortemente voluta dall’avvocato Marco Valerio Corini per dare, nel dolore indotto dalla sua scomparsa prossima ventura, benessere e solidità all’avvenire di lei: Isabò Michelle Barrak, nata a Chiavari, da madre italiana e papà delle Seychelles. Un matrimonio che, per le sue conseguenze sul piano dell’eredità, sarebbe stato osteggiato dalla sorella dell’avvocato, Marzia, dottore anestesista con trascorsi all’ospedale di Pisa, da molti anni medico volontario, impegnata in missioni umanitarie all’estero. Sarebbe stata lei, secondo la ricostruizione che ne fanno gli inquirenti, ad ‘accelerare’ il percorso verso la morte dell’avvocato, alla vigilia dell’appuntamento che il legale
  • Le ceneri dell’avvocato Marco Corini saranno disperse in mare
    Ameglia, 27 settembre 2015 - SCONCERTO, tristezza, cordoglio. I sentimenti si intrecciano dopo la notizia della morte dell’avvocato Marco Corini (nella foto), stroncato dalla malattia a 52 anni. Attraversano il territorio amegliese, eletto da qualche anno a sua dimora, dilagano alla Spezia, in tutta la Provincia e ben oltre essa, in parallelo alla fama conquistata sul campo dal penalista, maestro di procedura e dialettica: non solo nei tribunali della penisola ma anche nel mondo dello sport (fu presidente dello Spezia), della finanza e dell’industria (si è occupato, insieme al socio Gigi Buffon, del rilancio della Zucchi). Nessun funerale, nessun rituale classico e pubblico per l’ultimo saluto, nel rispetto delle sue volontà. Fra queste anche quella di essere cremato e di disperdere le ceneri in mare, là dove praticava la sua grande passione, per la pesca d’altura alla traina (di cui era campione titolato), nei pressi dell’isola di Gorgona. Quel mare che riu
  • E’ morto l’avvocato Marco Corini. Si spegne un combattente del diritto
    La Spezia, 25 settembre 2015 - LA NOTIZIA è arrivata alle 21 del 25 settembre, come un pugno allo stomaco, che toglie il respiro: «E’ morto l’avvocato Marco Corini. La malattia ha prevalso sulla sua forte tempra». Aveva 52 anni. Roba da non crederci. Perché fino a pochi giorni fa, dalla sua casa di Ameglia, ha continuato a dare direttive ai colleghi di studio, ad indicare tattiche e strategie, articoli di procedura penale su cui far leva per garantire i diritti alla difesa. Una perdita enorme per il Foro spezzino e ancor prima per i suoi familiari, la mamma Giorgette, la sorella Marzia, la compagna Isa che amorevolmente, lo hanno assistito nel suo ultimo tormentato cammino su questa terra. Non è retorica dire che si è spento un principe, anzi il «re» del foro che, con le sue arringhe, era capace di incantare, mirando, certo, a convincere i giudici che dovevano emettere il verdetto ma, ancor prima, a rassicurare il cliente, anche quando lo s
  • Morte Marco Valerio Corini, clamorosa svolta: arrestata la sorella per omicidio
    La Spezia, 12 febbraio 2016 - Avrebbe sedato a più riprese ed accelerato il decesso del fratello, il noto avvocato Marco Valerio Corini, affetto da tumore. Marzia Corini, sorella del noto legale, è da questa mattina agli arresti domiciliari, indagata per omicidio volontario aggravato. La donna, di professione medico, è indagata anche per falso in testamento: accusa, quest'ultima, che i pm titolari dell'indagine, Luca Monteverde e Giovanni Maddaleni, hanno contestato anche all'avvocato Giuliana Feliciana. L'avvocato è indagato anche per circonvenzione di incapace. Secondo l'accusa, la sorella avrebbe accelerato la morte di Marco Valerio Corini, avvenuta il 25 settembre scorso, utilizzando cospicue dosi di sedativo. Marco Valerio Corini, che è stato anche l'avvocato difensore del portiere della Juventus e della Nazionale Gianluigi Buffon, poco tempo prima del decesso aveva manifestato l'intenzione di sposarsi con la compagna ventenne, conosciuta qualche anno prima. Servizi e