Prima pagina del giornale Avvenire:
Sito web


Notizie
  • Grecia, il "no" greco divide l'Europa
    I​l ministro delle finanze greco Yanis Varoufakis ha annunciato le proprie dimissioni: lo ha reso noto lo stesso Varoufakis sul suo account Twitter. Dopo l'annuncio dell'esito del referendum che ha visto la vittoria del no, scrive Varoufakis nel suo blog annunciando le dimissioni, "presto lascerò" l'incarico saputo che alcuni ministri all'interno dell'Eurogruppo abbiano "una preferenza per la mia assenza dal meeting". "Considero un mio dovere", scrive ancora il ministro non ostacolare l'intesa e aiutare il premier Alexis Tsipras nel suo tentativo di arrivare ad una intesa con l'Eurogruppo. Tsakal otos è il successore di Varoufakis. Il nome del nuovo ministro delle Finanze che prende il posto di Yanis Varoufakis è stato annunciato nel primo pomeriggio dopo la riunione di tutti i leader di partito greci con Alexis Tsipras. Euclid Tsakalotos, capo della squadra negoziale ellenica, è stato nominato nuovo ministro delle Finanze al posto d
  • La Francia apre agli "uteri in affitto"
    Da mesi, anche a livello governativo, la Francia denuncia a parole con vigore il carattere «intollerabile» della maternità surrogata, considerata da tanti intellettuali di ogni sensibilità come «una forma di schiavitù contemporanea». Eppure, proprio in Francia, due verdetti congiunti della Corte di Cassazione hanno avallato ieri simbolicamente il sistema trovato da decine di single e coppie, eterosessuali e non, per aggirare la disciplina penale che vige nel Paese.I giudici hanno riconosciuto come legittima la trascrizione all’anagrafe francese di due bambine partorite quattro anni fa in Russia da donne locali che hanno accettato la cessione alla nascita richiesta da una coppia omosessuale francese. Le autorità russe avevano accolto le dichiarazioni di paternità biologica. E per la prima volta, queste attestazioni prodotte all’estero sono state considerate sufficienti dalla giustizia francese. L’anagrafe transalpina trascriver&agrav
  • Musica sacra, dottorato ad honorem a Ratzinger
    «In questo modo è divenuto ancor più profondo il mio legame con la Polonia, con Cracovia, con la patria del nostro grande santo Giovanni Paolo II. Perché senza di lui il mio cammino spirituale e teologico non è neanche immaginabile». Benedetto XVI rivolge il proprio pensiero all’uomo con il quale ha condiviso per 23 anni il cammino alla guida della Congregazione per la dottrina della fede, ricevendo ieri mattina a Castel Gandolfo, nella residenza pontificia estiva, il dottorato honoris causa da parte della Pontificia Università “Giovanni Paolo II” di Cracovia e dell’Accademia di Musica di Cracovia. Le due istituzioni, presenti con i rettori (don Wojciech Zyzak e il professor Zdzislaw Lapinski) e con il gran cancelliere della Pontificia Università, l’arcivescovo di Cracovia, il cardinale Stanislaw Dziwisz, hanno voluto così onorare Joseph Ratzinger per la sua grande attenzione nei confronti della musica sacra, alla presenza
  • Le immagini di Fidel Castro a l'Avana
    In una rara apparizione pubblica al di fuori dell'Avana, l'88enne ex presidente cubano, Fidel Castro, si è intrattenuto per quattro ore con 19 "mastri casari", artigiani del settore caseario. L'incontro è avvenuto venerdì nell'auditorium di un istituto di ricerca del ministero dell'Industria alimentare a Guatao, nella periferia della capitale cubana. Nella immagini il lider maximo appare in buona salute, con una camicia a quadri e una leggera giacca bianca."Ha avuto un ampio scambio di vedute per più di quattro ore con19 mastri del formaggio", informa il quotidiano Granma. L'ultima apparizione pubblica di Fidel risaliva al 21 giugno, quando aveva incontrato il presidente dell'Assemblea Nazionale del Venezuela, Diosdado Cabello.
  • Siria, ferito attivista italiano filocurdo 
    Alessandro De Ponti, attivista italiano filocurdo, è stato ferito oggi al braccio mentre cercava di attraversare il confine tra Siria e Kurdistan. Il giovane è stato poi portato all'ospedale di Erbil dove ha ricevuto l'assistenza medica necessaria. A renderlo noto è la Farnesina, che è già in contatto con la famiglia del 23enne di Treviglio (Bergamo) e con l'ambasciata italiana in Iraq. Il ministero degli Esteri ha fatto sapere che le condizioni del ragazzo non sono gravi. Alessandro era partito per la Tunisia lo scorso aprile. Neanche i familiari sono in grado di spiegare se il ragazzo fosse arrivato da solo in Siria o se si fosse unito a una qualche Organizzazione non governativa. De Ponti fa parte del collettivo di Treviglio "Tanaliberatutti". Assieme a Simone Vitali, suo compagno, avrebbe aggredito (sempre ad aprile) il videoreporter trevigliese Emy Zanenga, picchiato