Giorno precedente
Giorno successivo
Prima pagina del giornale La Nazione La Spezia:
Sito web




Giornale ha chiesto di essere rimosso.



Notizie
  • Piazza Verdi, si corre ai ripari per dare sicurezza
    La Spezia, 8 febbraio 2016 - ADESSO i controlli con il tele laser, la presenza in forze della polizia municipale, la posa di segnaletica a terra e un nuovo attraversamento pedonale; a opera ultimata arriverà anche l’istituzioni della zona residenziale, cioè norme di comportamento particolari, indicate con pannelli integrativi. Il Comune corre a ripari per garantire la sicurezza in piazza Verdi, interessata da più di due anni da un complicato cantiere e nello stesso tempo attraversata da mezzi pubblici e battuta da migliaia di pedoni. Le proteste di cittadini, commercianti e genitori, il pressing dei comitati e le segnalazioni delle scuole hanno aperto una grande breccia, cioè interventi urgenti per prevenire, eliminare e rendere meno gravi possibile i pericoli.  Un esposto è finito anche sul tavolo del prefetto Mauro Lubatti. Quest’ultimo ha chiesto al Comune di rappresentargli le operazioni per mettere in sicurezza la piazza. L’incontro si &e
  • Pd, l’affondo del ministro: ‘Verifica sul tesseramento’
    La Spezia, 8 febbraio 2016 - PIÙ NUMEROSO del Pd genovese, il doppio rispetto a quello di Savona. E sul tesseramento del Pd spezzino scoppiano i primi mal di pancia. Il dato record raccolto dal partito di via Lunigiana ha fatto rumore: il dato delle 4.434 persone che hanno aderito al partito non è passato inosservato, tanto da alimentare, finora solamente sottotraccia, il reciproco scambio d’accuse su presunte irregolarità tra le varie anime del partito. Così, in attesa della direzione provinciale in programma domani, ci ha pensato il ministro della Giustizia Andrea Orlando a lanciare il sasso nello stagno. «Nel momento in cui si andrà al congresso e prima di andare al congresso, credo che saremo tutti d’accordo per una verifica», ha detto Orlando a margine dell’inaugurazione di «Tag - Talent Garden Sarzana« di ieri pomeriggio. Il Guardasigilli, interpellato a riguardo, ha concluso il proprio intervento affermando come «sarebb
  • Frana a Riomaggiore, chiuso un binario
    Riomaggiore, 8 febbraio 2016 - Un muro di sostegno sottostante via Telemaco Signorini e' franato su una galleria ferroviaria nei pressi della stazione di Riomaggiore. L'episodio, probabilmente provocato dalle piogge di questi giorni, è avvenuto attorno alle 12, e non si registrano feriti. Per precauzione, su indicazione dei vigili del fuoco della Spezia, Rete ferroviaria italiana ha provveduto a chiudere temporaneamente al transito il binario interessato dalla frana: tutta la circolazione dei treni si è riversata sul binario lato a mare, con i treni che procederanno a senso unico alternato. Proprio per questo motivo, si potrebbero verificare disagi sulla linea tirrenica, soprattutto nella tratta Spezia-Genova. Non esclusi rallentamenti dei convogli, possibili anche soppressioni. Nell'area, che non e' di proprietà di Rfi, stanno operando tecnici Rfi e vigili del fuoco.
  • Volley: Il Bisonte non passa il muro di Bergamo
    Firenze, 8 febbraio 2016 - ALLA FINE di partite come questa resta la sgradevole sensazione che con un pizzico di aggressività in più e qualche sfortuna in meno l’epilogo sarebbe stato diverso. Una sensazione, appunto. Perchè rileggendo le cifre, che non sono tutto, ma raccontano molto, Il Bisonte non poteva far altro che alzare le mani di fronte alla supremazia della Foppapedretti Bergamo. Impietoso il confronto a muro, con le avversarie implacabili a fermare gli attacchi delle fiorentine proprio nei passaggi chiave dei set. Sono 16 gli attacchi fermati dalle orobiche, contro i 3 muri delle gigliate. Cifre in generale che hanno condannato Il Bisonte alla sconfitta. TROPPO ampio il divario per pensare di strappare punti salvezza alla Foppa, soprattutto se devi rinunciare a Calloni – sempre alle prese con lo stiramento addominale – e a Carmen Turlea che ha giocato solo il terzo parziale perché alle prese con la febbre. UNA SCONFITTA, in ogni caso, che non pu&
  • Questione di umanità
    La Spezia, 7 febbraio 2016 - CI SONO temi dei quali è particolarmente difficile occuparsi, perché toccano nell’intimo le persone. L’hospice è uno di questi: significa parlare di morte e, ancora di più, della sofferenza che può precedere una morte che la scienza con precisione annuncia e non può evitare. L’hospice è il luogo in cui il malato inguaribile e la sua famiglia possono trovare sollievo: per un breve periodo, per poi tornare a casa, o per gli ultimi giorni di vita. Occorre, probabilmente, passarci per capire che cosa significa avere accanto una persona amata che si spegne, senza possibilità di far nulla, e subire in aggiunta i disagi materiali che gli hospice possono, invece, attenuare o del tutto eliminare. Molto più di un servizio, dunque: un banco di prova per il senso di umanità. Avere, come a Spezia, la possibilità di dotare la città di questa struttura e dire no, esitare o tacere, come parte d