Come soggiornare in un’abitazione tipica in Puglia

Perché le vacanze in Puglia

Scegliere la Puglia come prossima meta per le nostre vacanze può rivelarsi davvero un’ottima scelta. Oltre 800 km di costa bagnata da un mare da favola, città costiere tutte da scoprire, bellezze architettoniche, ricchezze culturali e bontà culinarie di primo livello… Tutto questo potremo aspettarci da un soggiorno in questa meravigliosa terra.

Per rendere il nostro soggiorno ancora più avvincente dovremo fare 2 cose. Innanzitutto stabilire un itinerario con i posti più belli da visitare. Vi possiamo offrire qualche spunto sulle città da vedere assolutamente. Dovrete infatti senza dubbio visitare polignano a mare, Bari, Otranto, Lecce, Gallipoli, Ostuni ed Alberobello. Ma queste sono semplicemente le città più conosciute e certamente il nostro personale itinerario comprenderà altri centri non meno belli.

In secondo luogo, dovremo scegliere un posto dove soggiornare. Una delle opzioni migliori e più di tendenza è quella di alloggiare in un’abitazione tipica. Quali sono le abitazioni tipiche della Puglia, e soprattutto dove possiamo prenotarle?

I trulli

Partiamo dalla più classica delle strutture pugliesi, ovvero il trullo. Questi ripari sono costruiti mettendo una sull’altra delle pietre a secco. Il processo per costruire un trullo non è affatto semplice, in quanto non viene utilizzata alcuna malta. Dopo aver posizionata una solida e spessa base incastrando sapientemente le pietre piatte, si continua a salire formando dei cerchi concentrici che convergono nel tetto a punta.

L’assenza di finestre contribuisce a dare stabilità a queste costruzioni. Possono essere disposti singolarmente o in complessi composti da più trulli. I trulli restaurati sono un vero lusso al giorno d’oggi. Ricreano un’ambiente romantico, quasi fiabesco, che non è possibile paragonare con nessun’altra struttura. In più, queste costruzioni vengono spesso dotate di ogni comfort come piscina, zona relax, barbecue, il tutto in un contesto di assoluta pace. Si rivela pertanto la scelta perfetta per una fuga romantica o per chi vuole entrare pienamente in contatto con la tradizione locale.

I trulli si trovano essenzialmente nella provincia di bari e nella murgia barese, ma trovano la loro massima concentrazione nella stupenda Valle d’Itria.

Lamie, furneddhri e pajare

Scendendo in Salento troviamo delle declinazioni dei trulli, le cosiddette lamie, i furneddhri e le pajare. Anch’esse realizzate interamente con la pietra a secco, si distinguono per non avere il tetto conico. Le lamie, ad esempio, hanno il tetto interno a botte. Alcune di esse hanno base quadrata, mentre altre hanno una forma circolare. Come nel caso dei trulli, anche queste antiche costruzioni vengono oggi portate a nuovo e dotate di tutte le comodità che si potrebbero desiderare.

Masserie restaurate

Le masserie sono dei complessi abitativi più grandi rispetto a quelli menzionati finora. Esse erano costruite per ospitare famiglie numerose, che spesso vivevano all’interno del proprio terreno per facilitare la vita in totale autosostentamento. Oggi le masserie di lusso con piscina vengono apprezzate molto da chi cerca una residenza esclusiva da poter condividere con un numero importante di persone, senza dover condividere gli spazi comuni con degli sconosciuti.

Per trovare la sistemazione perfetta per il proprio soggiorno non dovremo fare altro che visitare il sito Perle di Puglia, il migliore portale per trovare residenze di lusso, tra cui abitazioni tipiche restaurate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.