Come tenere un cane in casa e negli spazi esterni

Si sa, se la celebre canzone cantata dall’iconica diva di Hollywood Marilyn Monroe dice che i diamanti sono i migliori i migliori amici delle donne, sicuramente vi sarà qualche altra canzone che afferma che il cane, invece, è il migliore amico dell’uomo. Lo confermano tutti, perché è effettivamente così: è un animale domestico capace di donare un amore incommensurabile, è uno dei più affettuosi e divertenti e, in sua compagnia, non ci si annoia mai. Diventa il compagno di vita più presente e fedele del suo padrone. E sì, oltre ad essere un grande amico, è anche un figlio di cui prendersi ogni giorno cura. Tutti coloro che sono in possesso di un cane affermano che lo amano e che soprattutto lo curano come se fosse un figlio reale.

Un cane è per sempre o, almeno, per tanti anni. Per tale motivo, bisogna essere sicuri al cento per cento prima di portarlo in casa e soprattutto bisogna essere a conoscenza sia da un punto di vista medico sia da un punto di vista organizzativo di tutte le cure necessarie per il cane e dei modi più consoni per farli adattare in casa e per creargli i loro spazi personali.

L’importanza di possedere un giardino in cui educare il cane

Capita spesso che le persone, errando, portino con sé a casa un cane a cuore leggero, non sapendo cosa gli spetti fino in fondo. Non accettando la loro natura canina e quindi il loro dinamismo e la conseguente possibilità che rompino o rovinino qualcosa in casa, li fanno stare perennemente all’esterno come ad esempio fuori il balcone o fuori il giardino.

Possedere un giardino privato è un grande vantaggio per i padroni dei cani e, per chi vive in zone decentrate di Roma, esistono tanti esperti del settore pronti ad accompagnare il cliente nella costruzione del giardino per fare giardinaggio Roma e per creare le condizioni adatte per fare vivere il cane. Quest’ultimo, però, deve vivere lo spazio del giardino in un modo corretto e vederlo come una transizione temporanea, soprattutto nei periodi invernali in cui fa freddo. Un cane non deve stare per sempre in punizione fuori il giardino ma deve anche imparare a stare negli spazi chiusi domestici. Per educare il proprio cane a ciò esistono tanti educatori professionisti e, spesso, stesso i proprietari dei canili o degli allevamenti in cui sono stati prelevati possono fornire informazioni preziose sul loro atteggiamento, avendoli visti nascere.

Come organizzare il giardino

Ogni giardino deve essere adattato alle esigenze di un cane, soprattutto se di taglia grande come un pastore tedesco, un pastore maremmano o un alano. Prima di tutto bisogna preparargli una casetta su misure personalizzate relative alla sua stazza e deve essere preferibilmente in legno e lievemente risollevata per non fare stare il cane a contatto con il terreno freddo e arido in determinati periodi dell’anno. Nei periodi più freddi, infatti, esistono delle lampade termiche create apposta per riscaldare gli ambienti dei cani.

Conclusione

In conclusione, è affermativo che un cane sia un grande impegno ed un grande amore e, proprio come un figlio, oltre che essere amato deve essere curato e accudito. In casa e in giardino, quindi, vanno seguite regole ben precise e, qualora si nutrano dubbi o insicurezze, è sempre indicato non agire secondo istinto bensì rivolgersi a figure professionali che sappiano dissipare ogni dubbio e fornire qualsiasi risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.