Ibrahimovic futuro dirigente, questa e altre notizie sul Milan

Il Milan da qui al futuro, anche dopo i quarantanni, quelli festeggiati da Zlatan Ibrahimovic il 3 ottobre. Si continua a giocare, si legge su calciomercato.com e altri giornali. Un rinnovo di contratto dopo il 30 giugno, un altro anno e poi un nuovo progetto di carriera.

Rimanere nel Milan ma come dirigente. In mezzo c’è anche l’impegno con la nazionale, la Svezia. Un altro anno di gioco ma a compenso ridotto perché, si legge, senza più l’etichetta da titolare. Il valore scende a due milioni di euro più bonus legati alle presenze, invece dei sette milioni di adesso. Se a giugno il contratto non dovesse essere rinnovato e non perché “cacciato dal Milan o non voluto da altre squadre” ma per portare avanti la carriera con altre prospettive. Staff tecnico rossonera, preparatore accanto a Pioli o nell’area dirigenziale accanto a Maldini. Insomma, Zlatan nel Milan ha il cuore oltre che piedi e testa.

Di Zlatan parla Giroud: un fratello, sicuramente sogna di raggiungere i risultati calcistici di Ibra

Si parla tra i giornali di Giroud, attaccante del Milan e della nazionale francese. Ha giocato con diverse squadre e ha anche militato nelle Premier League in squadre come Arsenal e Chelsea. Di risultati ce ne sono, anche in Champions League. Ecco la sintesi di alcune dichiarazioni.

C’è una perfetta alchimia tra i giocatori di esperienza e i giovani. Questa frase fa parte di un commento rilasciato alla Gazzetta dello Sport alle frasi di Mathieu Flamini. L’attaccante campione e vice campione commenta lo scudetto e il Milan del 2011. “Non nego che allora c’erano grandi star come Ronaldinho, Pirlo, Nesta, Seedorf, Inzaghi… ma anche questo Milan ha qualche nome importante e sporattutto molti giovani che fanno ben sperare per il futuro.”

Su Pianeta Milan viene ripresa la parte dedicata a Ibra, proprio per questo difensore è valso il trasferimento da una grande squadra inglese ora di nuovo ai quarti di finale. Il Chelsea lo potete seguire anche su reloadbet.info, un bookmakers online dove il Chelsea è tra le squadre favorite in Champions, il Milan è favorito negli antepost di Serie A, Giroud e Zlatan sono primi nell’elenco miglior marcatore.

E tutto parte da una maglia

E tutto parte da una maglia… un racconto che già si conosceva al momento dell’arrivo al Milan, il rapporto di Zlatan con i più giovani è meraviglioso, veder il difensore nel ruolo di preparatore potrebbe essere per tifosi e appassionati di calcio un’esperienza interessante. Le parole di Giroud “gli ho raccontato che i miei amici mi regalarono la sua maglia del Barcellona. Ci ha riso un po’ su senza prendermi troppo in giro. Allora ero agli inizi e lui già al top. Mi piaceva per lo stile e la personalità in campo…Se voglio giocare fino a 40 anni come Ibra? Condividiamo la stessa voglia e determinazione di andare oltre i limiti e continuare a dare il nostro contributo.” (Fonte Pianeta Milan).

Il Milan in classifica e nelle prossime sei partite di campionato

Siamo entrati nella primavera, molti penseranno alle vacanze, c’è chi le prepara per riposarsi e chi per professione come raccontato da noi in un articolo dedicato al marketing turistico.

Per il Milan invece ci sono ben otto partite ancora da giocare, si pensa allo scudetto e alla prossima Champions League. Sotto ci sono il Napoli, l’Inter, la Juventus e anche l’Atalanta che sicuramente lotterà per tornare tra i primi quattro posti in classifica. Che partite si giocheranno? Diverse considerando anche Coppa Italia dove c’è il derby di ritorno al 19 aprile. Altre squadre da affrontare sono: Bologna, Torino, Genoa, Lazio, Fiorentina, Verona, Atalanta, Sassuolo. Il Sassuolo è l’ultima squadra da affrontare in campionato, partita da guardare il 22 maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.